Superare le barriere socio-culturali grazie ad un progetto del Rotary Teatro del Sole e dell’Associazione “Mari e Venti “

Superare le barriere socio-culturali è la mission del progetto “La solidarietà fa scuola” messo in campo dal Rotary Club Palermo Teatro del Sole. Primo passo del progetto è stato consegnare i primi sei tablet all’Istituto Comprensivo Statale “ Padre Pino Puglisi” di Brancaccio diretto dal Prof. Vincenzo Guarneri in occasione del passaggio di Campana per l’ anno rotariano 2020/2021, avvenuta mercoledì 8 luglio.
La cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza del neo presidente del Rotary Club Palermo Teatro del Sole, Giovanni Borsellino. Il secondo passo del progetto ”La solidarietà fa scuola”, coinvolgerà diversi soci e consorti che supporteranno gli studenti nel recupero scolastico con interventi “ ad personam”.
“Grazie a questo progetto – ha dichiarato il past president Nicola Bruno – possiamo dare il nostro contributo per accrescere la partecipazione di alcuni studenti alla vita scolastica, favorirne l’ integrazione e aumentare il livello di inserimento sociale. Nessuno deve trovarsi indietro, è nostro dovere permettergli di cogliere le nuove opportunità del digitale e sentirsi parte nella comunità scolastica”.
L’idea è venuta durante il lockdown quando gli Istituti scolastici hanno avviato i primi progetti di didattica a distanza in una situazione complessa in quanto ci si è trovati dinanzi ad una emergenza del tutto eccezionale ed inaspettata che ha messo a nudo carenze tecnico/organizzative di gran parte degli istituti scolastici. E’ indiscutibile che la didattica a distanza ha permesso sì di proseguire le lezioni in una situazione di difficoltà ma, di fatto, ha anche accentuato le differenze educative e le disparità socio-economiche tra quegli studenti che potevano accedere ai supporti tecnologici e quelli che non potevano.
Per queste motivazioni il Rotary Club Palermo Teatro del Sole ha voluto porre un’ attenzione particolare, utilizzando una parte dei propri fondi e grazie al contributo economico dell’Associazione “Mari e venti” acquistare dei tablet, con l’obiettivo di sostenere giovani studenti volenterosi delle aree periferiche degradate che non hanno potuto accedere alla didattica da remoto per mancanza di strumenti idonei offrendo oltre oltre il device tecnologico, l’azione di service permettendo agli studenti di recuperare il terreno perduto. (nella foto sopra Giovanni Borsellino e Nicola Bruno).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...