“Muv Game”, Palermo vince il primo torneo al mondo tra città sulla mobilità sostenibile. Giusto Catania: “Progetto perfettamente inscritto nella strategia dell’amministrazione comunale”

Presentato a Palazzo delle Aquile l’esito del primo torneo al mondo dedicato al tema della mobilità sostenibile ideato all’interno di “MUV – Mobility Urban Values”, progetto europeo di ricerca applicata Horizon 2020 a cura del laboratorio di design PUSH.
A vincere il torneo tra le otto città che si sono sfidate in questa prima edizione – Palermo, Roma, Amsterdam (Olanda), Barcellona (Spagna), Teresina (Brasile), Ghent (Belgio), Helsinki (Finlandia) e Fundao (Portogallo) – è stata proprio Palermo e i migliori giocatori si sono aggiudicati premi e sconti offerti dai partner locali.

Utilizzando l’app MUV (disponibile per Android e iOS), l’utente guadagna punti e supera allenamenti speciali muovendosi in modo sostenibile, ovvero camminando a piedi, andando in bicicletta o usando i mezzi di trasporto pubblici.

Dal 3 giugno al 21 luglio i “MUVer” delle città aderenti si sono sfidati in una ben più ardua competizione per incoronare la città più sostenibile e hanno percorso in sette settimane quasi 30.000 chilometri senza ricorrere al mezzo privato. Sono stati dunque i palermitani gli atleti più virtuosi e sono riusciti a difendere strenuamente il primo posto durante tutte le partite collezionando 343.682 punti totali. Menzione speciale va ai tre migliori giocatori della squadra – Jelena M., Marco C., Dario S. – che con il loro impegno hanno contribuito in modo decisivo alla vittoria e che saranno ricompensati con i premi messi in palio dallo sponsor Fondazione Teatro Massimo. Vinceranno sconti sui testi di Spazio Cultura Edizioni, alcuni altri atleti palermitani che si sono distinti per la loro performance pur non salendo sul podio.

Ottima gara anche per il team di Roma che ha vinto 5 match su 7 e si è classificato secondo con 261.082 punti vincendo proprio nell’ultima settimana il testa a testa con Ghent per il secondo posto. Il terzo classificato è quindi il team belga che ha riportato comunque risultati eccellenti: 5 partite vinte e 201.082 punti totali.

Bene anche le altre cinque squadre. Tutti i 362 giocatori del torneo, infatti, si sono sfidati con entusiasmo crescente sposando gli obiettivi di MUV e contribuendo a ridurre il traffico urbano e l’inquinamento a esso connesso: sono circa 2 le tonnellate di CO2 risparmiata fino a oggi grazie al progetto.

“Il segreto di questa vittoria – ha detto il sindaco Leoluca Orlando, nominato simbolicamente presidente della squadra della Città di Palermo – è stata la straordinaria capacità di Push di trasformarsi da profeta in testimone dopo anni in cui sembrava non occuparsi della vita quotidiana ma che invece ha dimostrato grande sintonia con la visione di città che ha questa amministrazione che fa della mobilità un valore fondamentale e che la coniuga con la sostenibilità che è esattamente il futuro di una città”

Partirà il 23 settembre una nuova edizione del “Sustainable City Tournament” in cui vedremo più team coinvolti. Le squadre in gioco saranno annunciate nelle prossime settimane, nel frattempo è possibile continuare ad allenarsi e partecipare agli special training promossi dai partner locali del progetto.

Tutte le abitudini di mobilità registrate attraverso l’app MUV, opportunamente anonimizzate, sono analizzate dai partner del progetto di ricerca e condivise con i cittadini e le pubbliche amministrazioni delle città coinvolte per intraprendere un dialogo sui futuri piani di mobilità cittadini.

A Palermo il dialogo sulle evidenze raccolte ha conseguito dei risultati importanti proprio nelle ultime settimane grazie al workshop di co-creazione che si è svolto il 15 giugno scorso a Palazzo delle Aquile. All’interno del progetto MUV, infatti, dinamiche di gioco e “missioni di mobilità” locali sono state co-progettate con gli stessi cittadini attraverso maratone creative aperte a tutti. Obiettivo specifico di quest’ultimo appuntamento era quello di raccogliere idee utili per arricchire il dibattito sulle politiche di mobilità nel centro storico di Palermo partendo dall’analisi dei flussi registrati dagli utenti dall’applicazione MUV negli ultimi mesi.

L’assessore alla Mobilità Giusto Catania: “Il progetto MUV è perfettamente inscritto nella strategia dell’amministrazione comunale in materia di mobilità sostenibile. È importante sottolineare che i dati sugli spostamenti dei passeggeri nella città riproducono le aspettative dell’amministrazione in sede di redazione del Piano Urbano della Mobilità sostenibile (PUMS). La rielaborazione dei dati sono un importante terreno per attuare le nuove sfide sulla mobilità urbana”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...